venerdì 28 luglio 2017

Come scegliere la taglia giusta facendo shopping on-line?


Una delle cose che più mi viene chiesto quando pubblico degli outfit, dei video haul, o più in generale delle recensioni sui negozi online da cui compro, è come ci si regola per la scelta della taglia.
Capisco benissimo, la cosa può essere complicata perchè esistono diversi sistemi metrici e metri di catalogazione delle taglie differenti, spesso i numeri sembrano uguali ma magari c'è una minima differenza di cui non ci si rende neanche conto. E così si procede all'acquisto e la taglia è totalmente errata.
Tempo fa avevo fatto un post e un video con qualche informazione generale su come comprare in internet, ma la questione della scelta della taglia rimane spinosa, e ho quindi deciso di approfondire l'argomento in questo articolo.

Ho creato una tabella di conversione delle taglie più comunemente usate: quelle italiane, europee, inglesi, americane e quelle americane junior (che per esempio sono quelle di forever21).

tabella di conversione taglie internazionali plus size

uk/usa e ita/euro, taglie simili ma diverse

La prima cosa a cui fare attenzione è la nazionalità di origine del brand da cui compriamo, spesso lo stesso negozio ha vari siti per i vari paesi in cui vende e quindi le taglie disponibili cambiano in base al paese selezionato.
Io ad esempio sono abituata a comprare con le taglie inglesi, che sono molto simili numericamente a quelle americane, ma molto diverse da quelle italiane e europee, per questo fare affidamento solo sulle tabelle di conversione partendo dalla nostra taglia italiana può creare confusione.
Senza entrare poi nel discorso delle taglie speciali italiane conformate, come ad esempio quelle di Fiorella Rubino o OVS, che sono un' altra cosa ancora.

Usate le "size chart" per trovare la vostra taglia

Se non avete mai comprato da un determinato sito sconsiglio di fare riferimento solo alla tabella di conversione basandovi sulla taglia che normalmente comprate nei negozi fisici in Italia.
La prima cosa da fare, la più fondamentale, è prendere le vostre misure con un metro da sarta e confrontarle con la tabella taglie che trovate sul sito; generalmente servono la circonferenza seno, vita e fianchi, in inglese rispettivamente bust, waist, hip.
Ogni negozio ha la sua "size chart", di solito c'è un link utile proprio di fianco alle opzioni taglie disponibili oppure la potete trovare in fondo al sito o nella sezione FAQ. 
Individuatela, studiatela e trovate le vostre taglie.
Mi è capitato che in alcuni siti le taglie plus non sempre siano specificate (Boohoo.it è un esempio di questo caso), se non le trovate provate a cercare nel sito corrispondente inglese o americano.
Se le misurazioni sono in pollici (inch) dovrete convertire la misura in centimetri, in questo caso potrebbe tornarvi utile cercare un tool on-line di conversione di lunghezze.
Consiglio: salvate le vostre tre misure, sia in centimetri che in pollici, in un appunto sul vostro cellulare così le avrete sempre comode e a portata di mano.

Se la tabella taglie non è chiara a sufficienza?

Può succedere che anche dopo aver consultato la tabella taglie ci siano ancora dubbi su quale taglia scegliere, sopratutto se siamo a cavallo tra due numeri o ci vengono taglie diverse in base alle nostre misure di seno e fianchi.
In questo caso purtroppo non c'è molto da fare, a volte bisogna andare anche un po' a fortuna, ma vi do qualche consiglio ulteriore per cercare di capire al meglio cosa scegliere.

Se si tratta di siti americani o inglesi, e sopratutto di linee specifiche per taglie forti, è probabile che il capo abbia una vestibilità abbondante, quindi se siete a cavallo tra due taglie vi suggerirei di prendere la più piccola.

Molti siti danno la possibilità di scrivere delle recensioni sui capi che comprate, vi consiglio di leggere quelle lasciate da chi lo ha già acquistato per valutatene meglio la vestibilità (e qualità).

Fate sempre attenzione alle misure di riferimento della modella, se sono specificate, o ai dettagli tecnici del capo per capire meglio le lunghezze e le proporzioni: se la modella è alta 180 cm e voi 160 molto probabilmente la gonna a lunghezza midi avrà un effetto completamente diverso.

Fate un piccolo ordine di prova, sopratutto se il sito offre spedizione e/o reso gratuiti, in questo modo avrete la possibilità di valutare la vestibilità dei capi.

Mettete in conto l' ipotesi di dover fare un reso, quindi leggete bene sempre le politiche del negozio a riguardo per sapere quali sono le tempistiche e le modalità.
Per molti siti, sopratutto fuori Italia, le spese di spedizione del reso sono a vostro carico, ma ricordate che se usate paypal avete la possibilità di chiedere il rimborso per le spese di reso. E' una procedura molto facile, vi basta fare una foto al pacco che rispedite e alla ricevuta che vi rilascia la posta, compilare l'apposito modulo online e se tutto è in regola e la transazione approvata, vi saranno ri-addebitati i soldi, fino ad un massimo di 30 euro. Potete trovate tutte le informazioni sulla pagina dedicata di Paypal.

Comprate in base alla forma vostra forma del corpo per facilitarvi nella scelta: se per esempio avete il seno abbondante e i fianchi stretti la misura di riferimento più importante e a cui dovrete fare riferimento sarà appunto quella per voi "più problematica".
Se dalla tabella vi risultano due taglie, ad esempio una 48 come seno e una 50 come fianchi, semplicemente nella scelta del capo tenetene conto: per maglie e maglioni prenderete una 48 e per gonne e pantaloni una 50.

Se la taglia non va bene, ma il capo vi piace, ricordate che c'è sempre l'opzione di portarlo da una sarta per adattarlo al meglio: spesso piccolissimi ritocchi fanno una grande differenza sull' aspetto finale del capo indossato. E ricordate, è più facile stringere un abito, che allargarlo.



SHARE:

1 commento

Blogger Template Created by pipdig