martedì 9 ottobre 2012

Cool Hunter Italy Trade Show: salone per giovani stilisti

Nei due giorni in cui sono stata a Milano per Fattaperpiacere durante la settimana della moda, mi sono ritagliata un pò di tempo la domenica mattina per fare un salto al Palazzo delle Stelline e visitare il Cool Huntar Italy Trade Show, un salone espositivo per giovani stilisti.
Se seguite il mio blog ormai dovreste sapere che tutto quello che è handmade, artigianale e fai-da-te mi interessa parecchio, quindi questo evento mi incuriosiva non poco.
Il motivo primario per cui ho deciso di andare era per poter vedere e toccare con mano le creazioni di l'Ali, la linea di Alessia Rubagotti, stilista, stylist e costumista che avevo avuto il piacere di conoscere in occasione di un suo workshop al Padova Vintage Festival.
Adoro il suo stile personale e quello dei suoi abiti e accessori: un mix di gothic lolita giapponese e fantasie e forme retrò anni '50, con pizzi, merletti e bellissimi dettagli nelle rifiniture. Non segue i trend e le mode del momento, ma un gusto personale e particolare.
Inoltre l'Alì lavora anche, e soprattutto, su ordinazione, quindi ogni suo capo è personalizzabile secondo le proprie misure. Mica male direi!
Dal momento che all'evento era possibile acquistare direttamente, io sono andata preparata: avevo visto le borse di l'Alì sul sito, e avevo tutta l'intenzione di portarmene a casa una.
La scelta è stata ardua, ma alla fine ho optato per questa qui sotto coni gufetti.

31

30

29

  44 43

41 40


Dando un'occhiata alla lista dei creativi presenti all'evento, quando ancora stavo valutando se andare o meno, ho notato nomi che già conoscevo ma che non avevo mai visto dal vivo, motivo in più per passare a dare un'occhiata!
Ecco quindi gli stilisti che mi hanno maggiormente impressionato, anche se poi, una volta che sono arrivata a casa e ho fatto il punto della situazione con alla mano foto e biglietti da visita, mi sono accorta che purtroppo ne ho tralasciati molti che comunque mi erano piaciuti parecchio.


Di Giulia Boccafogli e dei suoi Giulielli vi ho già parlato in passato, quando ho finalmente acquistato un suo paio di orecchini. La seguo da tempo e mi piace l'attenzione che mette nella ricerca di forme, materiali e colori, con risultati sempre originali. E' stato per me un piacere conoscerla ed ammirare dal vivo le sue ultime collezioni e le sue bellissime collane/jabot in pelle.

16


         
 (foto di catalogo prese dal sito)


Giulia divideva lo spazio con Pommes De Claire, un alto brand che già seguivo da un pò su facebook, che apprezzo per i capi allo stesso tempo moderni e retrò. Non sono riuscita ad incontrare la creatrice, ma parlando con Giulia, mi ha dato un interessante consiglio quando ho tirato in ballo il fattore taglie: generalmente quando si parla di piccole realtà sartoriali, come sono la maggior parte di questi brand emergenti, il su misura non è mai un problema. Basta provare a chiedere!


15



(foto di catalogo prese dal sito)

Mi sono letteralmente innamorata delle borse di Giorgia Baiocco , specialmente di quella verde e gialla che vedete qui sotto. Meravigliose! Forme particolari, tagli strani e bei contrasti, me le sarei portate via tutte!

22



(foto di catalogo prese dal sito)

Anche Tità bijoux lo seguivo già da tempo, mi avevano conquistato con i bellissimi orecchini in pizzo di mille colori, ma la nuova linea con le silhouette delle città la trovo meravigliosa. I bracciali a cerchio composti sono una genialata.

21

20



(foto prese dalla pagina facebook del brand)


I colletti sono un grande trend del momento, e questi in plexiglas di Papillon non passano di certo inosservati!
Di tanti colori e forme, mi hanno conquistato in particolare quelli con la finta trama a pizzo. Molto originali e attuali!


18


(foto di catalogo prese dal sito)


E anche con i gioielli di Lou Otèn ci ho lasciato il cuore! In particolare le collane delle collezioni "pixel" e "squame" sono gioielli che a mio parere ti vestono: giochi di forme, materiali e texture diverse, vistose e colorate, senza risultare eccessive. Bellissime!

19


(foto di catalogo)

Fram la plume mi ha colpito per le magliette dai chiari messaggi, delle statement t-shirt per ribadire la donna vera e l'amor proprio. E anche le taglie rispecchiano il messaggio!


28

27


Abiti sartoriali d'alta moda progettati, disegnati e realizzati da Teresa Farese , con una cura eccezionale dei dettagli e delle rifiniture, per capi eleganti, fini e personalizzabili nelle taglie.

23


Di Ocho bags ne avevo letto tanto tempo fa su un blog di design, e ne ero rimasta affascinata. Trovo che l'idea di poter comporre la propria borsa, giocando con gli strati, i colori e le stampe, sia geniale!


14


(foto prese dalla pagina facebook del brand)


SHARE:

12 commenti

  1. confermo che c'erano cose davvero interessanti, mi piacciono molto le foto che hai fatto e spero di vederti presto indossare in un outfit la borsa di alessia :)

    RispondiElimina
  2. Miria grazie a te! Un abbraccio e a presto!
    Giulia!

    RispondiElimina
  3. oddio ma quella borsa coi gufi è BELLISSIMA!!!

    RispondiElimina
  4. La Giulia domani inaugura il suo atelier in Via dell'Inferno a Bologna! È tanto brava! Me l'hai salutata? Devo chiamarla...Comunque...la borsa coi gufi è molto bella, anzi, tutte le cose di l'Alì mi hanno piacevolmente colpito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, me l'aveva accennato! ^^
      le cose di l'Ali sanno molto di lolita XD

      Elimina
  5. Le cose di l'Ali sono tutte stupende! ** Borsa bellissima.
    Il cappottino zafferano è stupendo e anche i gioielli con le silouhette della città!
    Bella l'idea delle collane jabot, anche se non sono il mio genere.Fantastica anche l'idea di ocho bags!

    RispondiElimina
  6. Ma sbaglio o sul manichino della prima e seconda foto c'è la gonna con gilet Infanta Classical Clock Embroidery?

    RispondiElimina

Blogger Template Created by pipdig