mercoledì 18 gennaio 2017

#BodyPosiTeamIT: parliamo di Body Positivity


torna l'appuntamento mensile con il post dedicato alla collaborazione tra blogger curvy e plus size indipendenti del BodyPosiTeamIT, questa volta però si è deciso di approfondire un po' di più il tema di body positivity che ci accomuna e di spiegare cosa rappresenta per noi.
Abbiamo pensato di rispondere a tre domande per chiarire il nostro punto di vista, vi invito quindi a visitare anche le altre mie colleghe blogger per leggere cosa ne pensano a proposito di accettazione e body positivity: Marged di La Diva delle Curve, Elena di Mixelchic, Irene di Curvy Nene, Valentina di Tondamente Curvy Blog e  Dana di Morbidanublog. 




 Che rapporto hai con il tuo corpo?

Ho sempre avuto un ottimo rapporto con il mio corpo, anche se costellato da alti e bassi. Nella mia vita non sono mai stata magra, non mi sono mai trovata nella situazione di vedere il mio corpo cambiare e di non riconoscerlo,  il fatto di essere grassa ha sempre fatto parte di ciò che sono e onestamente non l'ho mai visto come un problema. Ovviamente ci sono parti di me che mi piacciono meno, ad esempio tendo a mostrare poco le braccia e vorrei i capelli più folti, ma ho sempre pensato che invece di focalizzarmi su quelli che considero difetti, sia meglio concentrarmi sulle parti di me che considero dei pregi e fare del mio meglio per evidenziarli. Sarà forse per questo che amo vestiti e make-up.
Da qualche anno però è entrato in gioco un fattore che ha cominciato a farmi piacere un po' di meno: il tempo. So che può sembrare una cosa stupida, ma l'essere meno tonica mi ha dato molto più da pensare di quel che credevo. E siccome sono fermamente convinta che se qualcosa di noi non ci piace e abbiamo le capacità per cambiarlo (ed è un discorso che vale anche per la personalità, ad esempio) allora vale la pena provare: io ho deciso di cercare di essere più attiva e meno pigra.

Come mai hai deciso di aprire un blog e diffondere un messaggio di body positivity?

A dire il vero il mio intento non è mai stato quello di diffondere un messaggio di body positivity: quando ormai più di sei anni fa ho deciso di aprire il blog in Italia non ce n' erano altri che parlassero di moda plus size. Scoprire l'esistenza di blogger straniere per me è stata una rivelazione, e spinta dal "Se lo fanno loro, perchè non posso farlo anche io?" ho scritto un primo post senza pensarci troppo.
Il mio scopo era quello di condividere la mia passione per la moda con chi magari aveva i miei stessi problemi a trovare vestiti carini in taglie forti, per scambiarsi consigli e pareri. Per me l' abbigliamento, e in generale l'aspetto esteriore, ha sempre rappresentato un modo per esprimere la mia personalità, cosa che per molto tempo non sono riuscita a fare per mancanza di opzioni perchè non trovavo abiti della mia taglia che "sentissi miei". Aprendo il blog volevo semplicemente mostrare ciò che mi piace, il mio stile, la mia personalità.
Onestamente non ho mai pensato che pubblicando quello che indosso potessi in qualche modo essere un esempio o trasmettere un messaggio di accettazione, ma in effetti pare sia ciò che è successo, così come per me sono state d'esempio le blogger straniere che mi hanno inconsciamente portato ad aprire il blog e ad essere confidente con ciò che indosso.

Cosa significa body positivity per te?

Per me significa cercare di non screditare, ridicolizzare, commentare in maniera dispregiativa l'apparenza di chi noi riteniamo "diverso" da quello che per noi è la normalità.
Non è un discorso legato solo al sovrappeso, ma a qualsiasi fattore che vada ad influire sull'aspetto fisico: il peso (in più ma anche in meno), il modo di vestire, disabilità, il modo di truccarsi, caratteristiche fisiche particolari, e chi più ne ha più ne metta.
Nessuno ha il diritto di criticare l'aspetto di qualcun altro.
Chiariamoci: io non sono una santa, mi capita di guardare con occhio perplesso altre persone e magari arrivo pure a scambiare uno sguardo stralunato con la mia amica, ma è un tipo di atteggiamento che sto cercando di cambiare, perchè alla fine questi atteggiamenti sono di utilità per nessuno; di sicuro non mi rendono una persona migliore, non mi fanno star meglio, non mi fanno diventare più bella, più magra, più stilosa, e non sono in nessun modo d'aiuto neanche per la persona a cui la cattiveria è rivolta.
Inoltre credo che faccia molto differenza anche l'intenzione con cui si fanno questi commenti: c'è differenza tra pensarlo nella propria testa, e scriverlo su un social network o commentarlo ad alta voce per far si che l' offesa sia percepita.
La regola d' oro è sempre "Non fare agli atri quello che non vorresti fosse fatto a te".






SHARE:

5 commenti

  1. Proprio come pensavo! Hai da dire molto più di quanto tu creda. Condivido la preoccupazione per il tempo che passa, e dire che ho sempre preso in giro mia madre per questo, invece ora mi ritrovo a cercare in rete workout che tirino su ciò che prima era su per conto suo e a spendere più per i cosmetici che per i vestiti. Ho particolarmente apprezzato il discorso sui commenti basati sull'estetica, è un lavoro che sto cercando di fare anch'io ed ha un che di liberatorio, ovviamente non sempre si riesce a sottrarsi a certi pensieri.

    RispondiElimina
  2. E' interessante il fatto che quando hai aperto il blog non ti rendevi conto di quanto, effettivamente, sarebbe potuto essere un buon esempio e di quale messaggio di accettazione avresti potuto trasmettere. Ebbene, siccome io sono una di quelle blogger che è arrivata qualche anno dopo rispetto a te e Marged e che seguiva i vostri blog, prima di aprire il proprio, proprio come voi seguivate quelli di blogger straniere, ebbene io ti posso dire e dare testimonianza di come vedere la tua immagine, ben vestita, truccata, intenta semplicemente a vivere la vita, da donna plus size, mi abbia aiutata e spronata e, in qualche modo, è anche merito tuo se oggi sono qui. Quindi, come dire: SAPPILO! :D

    RispondiElimina
  3. d'aCorso su tutto... ma... I capelli più folti? Io che ho i capelli fini ammiro molto i tuoi capelli li trovo molto belli!!

    RispondiElimina
  4. E' bello che senza farlo apposta tu sia diventata una paladina della body positivity aiutando tante altre persone!
    E anche a me piacciono un sacco i tuoi capelli :D

    RispondiElimina
  5. D'accordissimo con te..la parte del cosa vuol dire bodypositivity è molto in linea con il mio pensiero, anch'io lo interpreto allo stesso modo. Il criticare gli altri non porta da nessuna parte, ma purtoppo penso che di strada ne abbiamo ancora da fare.
    PS: bellissima la nuova veste grafica del blog!!
    Un abbraccio
    Irene

    RispondiElimina

Blogger Template Created by pipdig